26 nov – Fiumana: la FIGC nega la serie C

Una nuova società col nome Fiumana, che riparta dai professionisti, 65 anni dopo la sua ultima volta nel '43, non e' possibile: con una lettera a Sergio Vatta, promotore dell'iniziativa, il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete ha già risposto lo scorso 14 novembre alla richiesta di restituire il titolo sportivo in serie C – oggi Lega Pro – a una neonata società.

L'idea è quella di far rinascere a Torino una squadra col nome della formazione di Fiume, sparita con la guerra e il passaggio di Istria e Dalmazia alla Jugoslavia di Tito. Il 14 novembre scorso, Abete ha scritto a Vatta, già scopritore di talenti nel vivaio del Torino e ora promotore del progetto, per chiarire – fa sapere la Federcalcio – che "l'ordinamento federale non prevede norme che consentano l'attribuzione a una nuova società di un titolo sportivo" decaduto nel '43, appunto 65 anni fa. In ogni caso, Abete ha mostrato la sua disponibilita' ad incontrare Vatta, e il colloquio si potrebbe svolgere nei prossimi giorni.

 

(fonte Ansa)