22 giu – Roma ha celebrato Suor Tarsilla Osti

Roma ha celebrato il decreto ecclesiastico approvato da Benedetto XVI e che riconosce Serva di Dio e Venerabile Suor Tarsilla Osti (Hostich), nata a Pola nel 1895 e morta a Roma nel 1958.

Nella chiesa della Casa generalizia della Congregazione dei Sacri Cuori di Gesù e Maria una folla strabocchevole ha partecipato alla Messa solenne di ringraziamento. Tra i 15 concelebranti era presente il postulatore della causa Padre Giovanni Zubiani.

Religiosi e fedeli sono giunti da ogni angolo del mondo ove la congregazione è presente: Guatemala, Brasile, Corea, Tanzania, Congo. A rappresentare le comunità degli Esuli (Suor Tarsilla fu costretta alla fuga da Pola insieme alle consorerlle della congregazione) c'erano Domenico Menesini, consigliere della Comunità di Neresine, Gianclaudio De Angelini ed Eufemia Giuliana Budicin per la Mailing List Histria, Fabio Rocchi per l'ANVGD.

La cerimonia è stata animata da canti, balli e preghiere delle più diverse origini e lingue, a dimostrare l'universalità del messaggio evangelico.

Al termine della cerimonia Fabio Rocchi ha donato alla Congregazione dei Sacri Cuori di Gesù e Maria alcune pubblicazioni dell'ANVGD, tra le quali il libro di Padre Flaminio Rocchi che riporta anche la storia della venerabile suora polesana.

(Nei prossimi giorni a questa news verrà aggiunta una ampia biografia di Suor Tarsilla e il testo del decreto ecclesiastico)