19 ago – Il bando per i fondi della Regione Veneto

OGGETTO: Apertura dei termini per la presentazione delle domande di concessione di contributo regionale per le iniziative previste dalla Legge Regionale 7 aprile 1994, n. 15 (Regione Veneto)

 

IL DIRIGENTE REGIONALE DELLA DIREZIONE RELAZIONI INTERNAZIONALI, COOPERAZIONE INTERNAZIONALE, DIRITTI UMANI E PARI OPPORTUNITÀ

 

VISTA la Legge Regionale 7 aprile 1994, n. 15 “Interventi per il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale di origine veneta nell’Istria e nella Dalmazia”,

rende noto che:

sono aperti i termini per la presentazione delle domande di concessione di contributo regionale per le iniziative previste dalla Legge Regionale 7 aprile 1994, n. 15.

 

SOGGETTI BENEFICIARI

Ai sensi dell’articolo 1, comma 2, della L.R. n. 15/1994 possono presentare richiesta di contributo, al fine di un eventuale inserimento nel Programma annuale di riparto dei contributi degli interventi per il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale di origine veneta nell’Istria e nella Dalmazia relativo all’anno 2009, i seguenti soggetti:

• enti locali;

• istituzioni pubbliche;

• istituzioni private;

• organismi associativi di volontariato.

Le istituzioni private e gli organismi associativi non devono perseguire finalità di lucro.

 

INIZIATIVE AMMESSE

Le iniziative per le quali può essere presentata domanda di contributo devono rientrare nelle tipologie sotto indicate.

 

1. Progetti di indagini, studi e ricerche riguardanti:

a) il patrimonio culturale di origine veneta presente nell’Istria e nella Dalmazia;

b) la cultura istro-veneta e la cultura dalmata, considerate nella loro specificità e nelle loro manifestazioni più significative, in rapporto alla cultura italiana e veneta in particolare;

c) la storia dell’Istria e della Dalmazia nel contesto della storia veneta ed europea.

 

2. Progetti di pubblicazione e diffusione degli studi e delle ricerche più significativi effettuati nelle materie di cui alle lettere a), b) e c) del precedente punto 1).

 

3. Progetti finalizzati a favorire lo sviluppo di centri e di attività culturali e d’istruzione per le comunità di lingua italiana nelle Repubbliche di Slovenia, Croazia e Montenegro.

 

4. Progetti per il ripristino e la costruzione di scuole italiane di ogni ordine e grado, con particolare riferimento a quelle materne, e per la fornitura di arredi, attrezzature e sussidi didattici.

 

5. Iniziative finalizzate all’identificazione, alla catalogazione, al recupero e alla valorizzazione dei beni culturali di origine veneta presenti nell’Istria e nella Dalmazia.

 

6. Progetti riguardanti la pubblicazione e la diffusione di informazioni culturali, socio-economiche e relative al patrimonio ambientale per contribuire allo sviluppo della cooperazione tra il Veneto e le comunità interessate alle iniziative di cui alla L.R. n. 15/1994.

 

7. Iniziative dei Comuni veneti che, nel quadro del consolidamento della comune identità culturale europea, propongono gemellaggi con enti territoriali delle Repubbliche di Slovenia, Croazia e Montenegro, in cui siano persistenti o storicamente rilevanti la cultura e la tradizione veneta, o che registrino la presenza significativa di comunità italiane di origine veneta.

 

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

 

Le domande di contributo devono essere redatte in lingua italiana utilizzando lo schema allegato all’Avviso, accompagnate da nota su carta intestata del richiedente e consegnate a mano o spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento (non saranno ammissibili le domande trasmesse via fax) al seguente indirizzo:

Al Signor Presidente della Giunta Regionale del Veneto

Direzione Regionale Relazioni Internazionali

Cooperazione Internazionale, Diritti Umani e Pari Opportunità

Dorsoduro 3494/A

30123 Venezia

 

Le richieste di contributo devono essere sottoscritte dal legale rappresentante dell’Ente/Organismo richiedente e dovranno essere presentate, esclusivamente, avvalendosi del relativo modulo di domanda allegato al presente bando, disponibile sul sito web della Regione del Veneto (www.regione.veneto.it) alla voce “Bandi – Finanziamenti”. Tutti gli allegati alla domanda di contributo devono essere redatti in lingua italiana.

 

Il termine per la presentazione delle domande di contributo per il Piano annuale 2009 degli interventi di cui alla L.R. n. 15/1994 scade il 30 settembre 2008. Nel caso di consegna a mano il termine è alle ore 12.00 del medesimo giorno. La data di spedizione sarà comprovata dal timbro dell’ufficio postale accettante o dal timbro di protocollo apposto dall’ufficio regionale ricevente. Il mancato rispetto del predetto termine comporterà la non ammissibilità della domanda.

 

La Regione del Veneto declina ogni responsabilità connessa ad eventuali disguidi postali che dovessero comportare il ritardo o il mancato invio della richiesta di contributo entro il termine sopra indicato.

 

VALUTAZIONE DELLE DOMANDE E ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI

Verificata l’ammissibilità delle domande pervenute, il Comitato Permanente per la valorizzazione del patrimonio culturale veneto nell’Istria e nella Dalmazia, di cui all’articolo 5 della L.R. n. 15/1994, valuterà i progetti presentati sotto il profilo della loro attinenza alle finalità previste dalla L.R. n. 15/1994, proponendo i criteri di assegnazione dei singoli contributi.

L’entità dei contributi assegnati – il cui ammontare complessivo verrà determinato sulla base della disponibilità dei capitoli di spesa del bilancio regionale di previsione per l’esercizio finanziario 2009 – sarà successivamente determinata nel Programma annuale degli interventi della L.R. n. 15/1994 per l’anno 2009, approvato dal Consiglio Regionale su proposta della Giunta Regionale, e verrà resa nota ai soggetti beneficiari dalla Direzione Regionale Relazioni Internazionali, Cooperazione Internazionale, Diritti Umani e Pari Opportunità con apposita comunicazione. Quest’ultima provvederà, altresì, ad informare i soggetti esclusi dall’assegnazione dei contributi.

Il trattamento dei dati personali, in conformità al D. Lgs. n. 196/2003 e del regolamento regionale attuativo n. 2/2006, è effettuato dagli uffici regionali per le finalità previste dalla L.R. n. 15/1994. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria. Il mancato conferimento non consente l’espletamento dell’istruttoria delle domande di contributo. Gli interessati godono dei diritti previsti dall’articolo 7 del predetto decreto.

 

Ulteriori informazioni possono essere fornite dalla Direzione Regionale Relazioni Internazionali, Cooperazione Internazionale, Diritti Umani e Pari Opportunità (Tel +39 041 2791631 / Tel. +39 041 2791633 / Fax +39 041 2791624), oppure consultando il sito Internet della Regione del Veneto alla pagina:

http://www.regione.veneto.it/Temi+Istituzionali/Relazioni+Internazionali/Istria+e+Dalmazia/.

 

IL DIRIGENTE REGIONALE

– Dott. Diego Vecchiato –