13 apr – Quarantotti Gambini: giornate di studio dell’IRCI

Dedicato al centenario della nascita dello scrittore Pier Antonio Quarantotti Gambini, si svolgerà il 15 e 16 aprile, presso l'Aula Magna di Androna Baciocchi 4 a Trieste, il convegno di studi che l'IRCI dedica all’autore nella ricorrenza,  intitolato “Il tempo fa crescere tutto ciò che non distrugge”.

Due giornate di studio, intense, con la partecipazione di docenti universitari e appassionati dell’opera del Gambini che si soffermeranno sulla sua opera negli aspetti letterari ed editoriali.

L’inizio dell’incontro è previsto per le ore 15 del 15 aprile con i discorsi delle autorità. Seguiranno gli interventi di Cristina Benussi, Massimiliano Tortora e Rolando damiani su “Gli anni ciechi”, “I nostri simili” e Gambini a Manhattan. Dopo la pausa si riprenderà con Giorgio Baroni, Riccardo Scrivano e Giulia Iannuzzi sui segnali del tempo, il ruolo di Gambini nella letteratura del Novecento e giudizi critici sull’autore tra realismo, decadentismo e triestinità.

Altri contributi si avranno nella giornata di venerdì, 16 aprile, con inizio alle ore 9 con la partecipazione di Elvio Guagnini, Gilbert Bosetti, Gian Carlo Ferretti, Daniela Picamus e Luciano De Giusti con l’accento su altre opere di Gambini quali “Le trincee” e “L’onda dell’incrociatore”, o personaggi, la coscienza di Paolo ma anche episodi del camino letterario con insolvenze, censure e rifiuti editoriali dal dopoguerra agli anni Settanta. Per finire con il romanzo “La rosa rossa” e le tramutazioni filmiche.

Il prossimo appuntamento organizzato dall’IRCI, intitolato la "serata futurista" avrà luogo il 22 aprile, alle ore 18.30 presso gli spazi che ospitano la mostra al piano terra del Museo; la conversazione sarà tenuta da Gianfranco Grambassi e da Piero Delbello, che approfondiranno le figure dei "grandi minori" illustratori degli anni '20/'30 nella Venezia Giulia.

da www.arcipelagoadriatico.it