08 apr – ”Difesa Adriatica”: decreto governo triplica spese spedizione

Il mondo del no-profit in Italia è in subbuglio: un improvviso e non preannunciato decreto del 31 marzo scorso, che porta la firma di Tremonti e Scajola, ha azzerato tutte le agevolazioni postali per le spedizioni dei periodici, con particolare riferimento proprio a quelle del settore no-profit come il nostro.

Nel caso specifico di ''Difesa Adriatica'', si tratta di un aumento del 300% (sì, proprio trecento per cento) per le spedizioni del giornale in Italia, mentre per l'estero ci si ferma ad un "modesto" +14%. Per l'estero, però, bisogna dire che già finora la tariffa per la spedizione di una copia del giornale era dieci volte maggiore di quella per l'Italia.

Le associazioni di categoria incontreranno nei prossimi giorni il governo italiano per capire i margini di manovra di un ripristino delle agevolazioni, che non metta in ginocchio tutto il mondo del volontariato e delle onlus.

Intanto il numero di marzo di "Difesa Adriatica" è partito con la nuova tariffazione e altrettanto sarà nei prossimi giorni per quello di aprile. Un bell'uovo di Pasqua che sarebbe stato meglio non aprire.