ANVGD - Sede Nazionale: via Liberiana, 17/c, 00185 Roma - Segreteria di presidenza: Via Milano, 22, 34122 Trieste - tel 040 366877 - fax 040 3483069 - info@anvgd.it

IRCI, «Luciano Petech. Dall’Istria alle Civiltà dell’Asia» - 24set13

«Luciano Petech. Dall’Istria alle Civiltà dell’Asia» è il titolo della manifestazione che si terrà venerdì 27 settembre p.v. alle ore 17.00 presso il Civico Museo della Civiltà istriana, fiumana e dalmata di via Torino 8 a Trieste.


Le origini di Petech (Trieste 1914 - Lecco 2010) sono tuttavia istriane, pisinote, condivise con Fabio Filzi (Pisino 1884 - Trento 1916) al quale lo legava un rapporto di parentela. Vero poliglotta Petech parlava quasi tutte le lingue europee, compreso il latino, nonché il tibetano, il cinese, il giapponese, il newari, il sanscrito, l’arabo, l’hindi e l’urdu. Fu professore di Storia e geografia dell’Asia Orientale all’Università di Roma “La Sapienza” (1955-84) e socio nazionale dell’Accademia dei Lincei (1987). I suoi studî vertono in particolare sulla storia del Tibet e del Nepal medievale e sulle relazioni tra Cina e India nell’Alto Medioevo.


Nel 1938, concluso il suo periodo universitario a Roma, ebbe un incarico come lettore di Italiano all’Università di Allahabad e quando scoppiò la seconda guerra mondiale, fu trasferito in un campo di prigionia britannico, sempre in India, dove rimase fino al 1947 trasformando questo periodo di reclusione in un periodo di studio intenso.


Ritornato in Italia nel 1947 ebbe un incarico presso l’allora Istituto Universitario Orientale (oggi Università degli studi di Napoli “l’Orientale”). Dal 1955 ricoprì la cattedra di Storia dell’Asia Orientale presso l’Università “La Sapienza” di Roma, che mantenne fino al 1984. Nel 1990 gli fu conferito il titolo di “Professore emerito”. Durante la sua lunga e laboriosa vita accademica ha ricoperto diversi incarichi. Tra questi ricordiamo quello di membro del Consiglio Direttivo dell’IsMEO (oggi IsIAO), di membro del comitato di redazione della rivista East and West, di socio dell’Associazione Internazionale di Studi Tibetani, della quale fu presidente dal 1989 al 1995.


(fonte IRCI 24 settembre 2013)

 

 

News IrciPetec

 
| More