ANVGD - Sede Nazionale: via Liberiana, 17/c, 00185 Roma - Segreteria di presidenza: Via Milano, 22, 34122 Trieste - tel 040 366877 - fax 040 3483069 - info@anvgd.it

 

IL VIDEO DELLA SETTIMANA

Un video, questo, interamente sonoro, in omaggio al grande compositore istriano Giuseppe Tartini, del quale si riproduce il Concerto per violino e orchestra in re minore D 44, «Ombra diletta». Nato a Pirano nel 1692, intraprese gli studi di violino presso il collegio delle Scuole Pie a Capodistria. Trasferitosi nel 1708 a Padova per frequentarne la prestigiosa Università si recò successivamente ad Assisi, dove perfezionò gli studi musicali. Nel 1716 fu a Venezia e nel 1721 fu chiamato come primo violino della Cappella Antoniana di Padova. Dal 1723 al 1725 fu come maestro di cappella del conte Kinsky a Praga. Nel 1726 fece rientro a Padova, dove due anni dopo fondò la sua scuola di violino che divenne presto celebre e rinomata in Europa. Negli anni tra il 1728 e il 1750 Tartini diede alle stampe la gran parte delle sue composizioni, occupandosi in seguito di problemi di teoria musicale su basi fisico-matematiche. Di lui si enumerano, oltre 200 manoscritti strumentali, circa 80 pubblicazioni, fra cui 18 concerti per violino, 12 sonate per violino con violoncello e basso, 12 per violino e basso, 6 per 2 violini e basso. Ma rimangono anche altri studi: 25 manoscritti conservati a Pirano e altri pubblicati, ovvero il Trattato di musica secondo la vera scienza dell’armonia (1754) e De’ principi dell’armonia musicale (1767). Morì a Padova nel 1770.

Rassegna stampa

Home
L'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, fondata nel 1947, è la maggiore rappresentante sul territorio nazionale degli italiani fuggiti dall'Istria, da Fiume e dalla Dalmazia al termine della seconda guerra mondiale sotto la spinta della pulizia etnica delle milizie jugoslave e lo spettro delle foibe; ne derivò l'esodo di 350.000 persone di ogni ceto sociale e la morte violenta di migliaia di innocenti nelle foibe . A 60 anni da quegli eventi, prima e seconda generazione degli Esuli istriani, fiumani e dalmati in tutta Italia collaborano e si confrontano per il riaffioramento di quella pagina di storia italiana negata per decenni per motivi di politica internazionale. Ne consegue anche la battaglia quotidiana per il mantenimento dei valori culturali e tradizionali di quelle terre a cui sono stati strappati, agevolata dalla Legge 92/2004 di istituzione del Giorno del Ricordo che ogni 10 febbraio riporta sotto i riflettori quei dolorosi eventi ma nel contempo anche i valori di identità nazionale a cui gli Esuli istriani, fiumani e dalmati sono legati, e fa del Giorno del Ricordo un momento di riflessione per tutta la Nazione, in cui le parole foibe ed esodo istriano, fiumano e dalmata vengono ravvivate nel loro significato più drammaticamente profondo ma nel contempo in una fiduciosa prospettiva per il futuro.
  Da questa home page potrete accedere alle varie sezioni informative dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. 
Potete collegarvi online con la Sede nazionale di Roma dell'ANVGD utilizzando il sistema Skype e inserendo fra i vostri contatti la denominazione anvgd.nazionale.

Se volete cercare su internet ulteriori informazioni, indicate queste
parole chiave in un qualsiasi motore di ricerca:
- Giorno del Ricordo
- Esodo giuliano-dalmata
- Foibe



 
| More