ANVGD - Sede Nazionale: via Liberiana, 17/c, 00185 Roma - Segreteria di presidenza: Via Milano, 22, 34122 Trieste - tel 040 366877 - fax 040 3483069 - info@anvgd.it

Cronache GdR 2012

Il «Giorno del Ricordo», in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, è stato celebrato anche quest’anno - per il terzo anno consecutivo - dalla Fidapa di San Bonifacio, l’8 del mese, in collaborazione con il Comitato di Verona dell’Anvgd e con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune. È stato organizzato un convegno tenutosi al teatro Centrale di San Bonifacio.

«Ogni anno», ha spiegato la presidente della Fidapa, l’avvocato Sabrina Felicioni, «la nostra associazione ripropone un appuntamento con un evento tragico e decisivo della nostra storia. Significativa ed importante», ha detto, «è stata la presenza degli studenti e degli insegnanti dell’Istituto Magistrale Guarino Veronese e degli Istituti Tecnici e la grande attenzione con cui i giovani hanno partecipato alla commemorazione». L’assessore Lodovico Guariso ha ricordato le vicende storicamente complesse, culminate negli eccidi delle foibe e nell’esodo che ne seguì, richiamando l’attenzione «sull’importanza della ricerca della verità storica e della sua diffusione, esortando i giovani a dare il proprio contributo, a ribadire il rifiuto e la condanna per ogni ideologia, che neghi la libertà e la dignità dell’uomo in quanto tale».

Nel corso della celebrazione, la memoria storica ha lasciato ampi spazi alla memoria individuale, attraverso le testimonianze degli esuli Giuseppe Gioseffi, esule da Rovigno d’Istria, e di Mary Smaila, madre del noto showman veronese, Umberto, esule da Fiume: entrambi hanno vissuto sulla propria pelle il dramma dell’esodo. Particolarmente suggestivo il filmato che ha raccontato la tragedia e l’esodo «biblico» dei 350.000 giuliano-dalmati. In chiusura, sono stati illustrati i contenuti del bando del Premio Letterario dedicato al generale Loris Tanzella, istituito per il quinto anno dal Comitato di Verona dell’Anvgd per gli studenti degli istituti superiori della città e della provincia e, da quest’anno, anche per le quinte classi. Entro il 29 febbraio dovrà essere presentato un elaborato che tratti delle vicende storiche del confine orientale o su storie individuali o del patrimonio culturale dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia.

Gianni Bertagnin

www.larena.it 15 febbraio 2012

 

News_Verona

La signora Mary Smaila, profuga da Fiume, narra la sua esperienza di esilio

 

 

 
| More